Malattie sessualmente trasmesse

Diagnosi e cura delle malattie sessualmente trasmesse

Le Infezioni sessualmente trasmesse (Ist) costituiscono un vasto gruppo di malattie infettive molto diffuso, che può essere causa di sintomi acuti, infezioni croniche e gravi complicanze a lungo termine. Oggi si conoscono oltre 30 diversi patogeni resposabili di Ist tra batteri, virus, protozoi, funghi ed ectoparassiti:

 

Batteri - gonorrea o infezione gonococcica, infezioni uro-genitali, anorettali e faringee da clamidia, sierotipi L1, L2, L3, linfogranuloma venereo, sifilide primaria, secondaria e latente, sifilide neonatale, cancroide o ulcera venerea, granuloma inguinale, infezioni batteriche non gonococciche e non clamidiali.

Virus - Virus dell’immunodeficienza umana (infezione da Hiv/Aids), Herpes simplex virus di tipo 2 e di tipo 1 (herpes genitale), Papillomavirus umano (Infezione cervicale, condiloma genitale, cancro della cervice uterina, della vulva, della vagina, dell’ano e del pene), Virus dell’epatite B e C (epatite, cirrosi, epatocarcinoma), Cytomegalovirus  (infezioni a carico di cervello, occhio, apparato gastrointestinale), HHV-8 (sarcoma di Kaposi), Pox virus (mollusco contagioso).

Protozoi - Trichomonas vaginalis (uretrite e vaginite)

Funghi - Candida albicans (vulvovaginite nella donna; balanopostite nell’uomo)

Ectoparassiti -  Phtirus pubis (pediculosi del pube), Sarcoptes scabiei (scabbia).

 

Modalità di trasmissione delle Ist

Gli agenti responsabili delle Ist si trasmettono attraverso qualsiasi tipo di rapporto sessuale (vaginale, anale, orale) per contatto con i liquidi organici infetti (sperma, secrezioni vaginali, sangue, saliva). Inoltre, si possono trasmettere attraverso il sangue (es. trasfusioni, contatto con ferite, scambio di siringhe, tatuaggi, piercing) o con i trapianti di tessuto o di organi (Hiv, Hbv, Hcv, Sifilide), ed infine, per passaggio diretto dalla madre al feto o al neonato durante la gravidanza, il parto, o l’allattamento (es. Hiv, virus dell’epatite B, herpes genitale, sifilide, gonorrea, clamidia).

Share by: